When you buy through links on this site, I may earn an affiliate commission at no extra cost to you. Learn more.

Guida ai tipi di filo: tutto quello che c’è da sapere

Uno dei grandi elementi essenziali che spesso possono essere trascurati quando si inizia un nuovo progetto è rappresentato dai diversi tipi di thread. È una cosa che ho già fatto in passato e credo che possa creare confusione rispetto a ciò di cui si potrebbe avere bisogno. Ecco la mia guida ai tipi di thread.

Iniziare un nuovo progetto può essere davvero divertente, emozionante e si ha voglia di iniziare. Se si lavora con un nuovo materiale, può capitare di avere problemi con il filo. Forse perché non è compatibile con il tessuto.

  • 1 Devo cambiare filo per progetti diversi?
  • 2 Cosa cercare nei tipi di filo
  • 2.1 Qualità
  • 2.2 Prezzo
  • 2.3 Abbinare il filo al tessuto
  • 2.4 Guida ai tipi di filo e alle marche
  • 3 Diversi tipi di filo
  • 3.1 Fili sintetici
  • 3.1.1 Poliestere
  • 3.1. 2 Poliestere ricoperto di cotone
  • 3.2 Fili naturali
  • 3.2.1 Cotone
  • 3.2.2 Seta
  • 3.3 Fili speciali
  • 3.3.1 Per usi intensivi
  • 3. 3.2 Bottoni e artigianato
  • 3.3.3 Invisibile
  • 3.3.4 Nylon
  • 3.3.5 Metallico
  • 3.3.6 Lana
  • 4 Consigli e suggerimenti utili
  • È necessario cambiare filo per progetti diversi?

    Anche se non è indispensabile, può fare la differenza per il risultato complessivo del progetto. Cambiare il filo a seconda del tessuto e del progetto può dare al progetto finale la giusta finitura e renderlo più duraturo.

    Alcuni filati sono specializzati per svolgere determinate funzioni, il che potrebbe indurvi a cambiare filo. Fili come quelli invisibili, super resistenti o addirittura elasticizzati.

    Si possono anche usare i fili per scopi decorativi nei progetti. È possibile acquistare fili in stile arcobaleno, metallici e glitterati. Cambiare il filo per il vostro progetto è importante quanto cambiare l’ago e il piedino della macchina per cucire.

    Cosa cercare nei tipi di filo

    Qualità

    Tutti amano le occasioni, io compresa, e sono pessima nel farlo, ma è ora di smetterla. La qualità del filo è importante, davvero. Le marche di filo più economiche non sono legate bene e possono avere molte fibre libere.

    Quando si tratta di cucire, queste fibre si staccano e si accumulano sulla macchina da cucire. Ciò influisce sulla cucitura e sulla qualità del lavoro. Inoltre, a lungo termine, la macchina ne risentirà.

    Le marche più costose sono legate insieme in modo più stretto e hanno meno fili allentati, il che significa meno fibre bloccate nella macchina e una macchina più duratura e felice. In questo modo si può anche tenere sotto controllo la tensione e non perdere più punti.

    Prezzo

    Il prezzo non è sempre importante, è difficile quando si vuole far fruttare il proprio denaro per acquistare più materiale per il cucito, ma è necessario acquistare una gamma di qualità.

    Ci sono molti tipi di filo di marca di qualità che valgono bene i loro soldi. Spesso è possibile trovare confezioni di una varietà di colori di un unico marchio.

    Questo vi darà una gamma di colori su cui lavorare e vi farà risparmiare soldi e tempo per andare a cercare il colore giusto in negozio.

    Abbinare il filo al tessuto

    Molte persone non si rendono conto che il filo deve essere abbinato al tessuto. È molto simile all’abbinamento dell’ago della macchina da cucire con il tessuto. Tutti questi piccoli cambiamenti fanno la differenza nel risultato finale.

    Decidere di scegliere diversi tipi di filo per diversi progetti è positivo. Può essere costoso, ma se si sceglie con saggezza si può trarre il massimo dall’acquisto.

    I fili lavorano con il tessuto, quindi devono essere compatibili per far funzionare l’articolo finale. Questo aiuterà a lungo termine quando si laverà il tessuto, lo si utilizzerà e aiuterà le cuciture a rimanere forti.

    Guida ai tipi e alle marche di filo

    Qui di seguito sono elencati i filati di marca con cui molte persone cuciono e che sono spesso raccomandati. In passato ho utilizzato 2 dei 4 per motivi di disponibilità.

  • Guttermann
  • Acquista qui la confezione di filati Guterman

  • Coats And Clark
  • Mettler
  • Acquista qui la confezione da 18 pezzi di filo poliestere Mettler

  • Molnlycke
  • In ognuna di queste marche è possibile trovare una grande varietà di colori e di tipi di filo. Questa guida ai tipi di filo vi aiuterà a decidere quale vi serve per quale progetto.

    Diversi tipi di filo

    Fili sintetici

    Poliestere

    Questo è un ottimo filo per vecchi usi, ottimo e vario da usare per la maggior parte dei progetti di cucito. È ottimo per l’utilizzo su tessuti sintetici, maglieria e tessuti elasticizzati, in quanto ha una maggiore elasticità che aiuta i tessuti a muoversi.

    Un filo di poliestere avrà un pretrattamento o un rivestimento per aiutare il tessuto a passare facilmente e senza intoppi.

    Poliestere ricoperto di cotone

    Si tratta di un filo di poliestere con una copertura di cotone, che unisce la forza e l’elasticità del poliestere con la copertura di cotone, garantendo resistenza al calore e durata.

    Questo filo è adatto a molti progetti e alla maggior parte dei tessuti, compresi quelli naturali e sintetici, tessuti e maglieria. Il cotone poliestere è un filo comune ai diversi tipi di filo presenti sul mercato.

    Fili naturali

    Cotone

    Il cotone è un filato naturale, da utilizzare preferibilmente su tessuti leggeri e di peso medio, come i tessuti naturali come il cotone, il lino e il rayon. La maggior parte dei fili di cotone è mercerizzata, un rivestimento che lascia il filo liscio.

    Il filo di cotone è considerato più morbido del poliestere, ma ha un’elasticità minima. Questo lo rende perfetto per il quilting, per aiutare i pezzi a rimanere al loro posto, ma non è l’ideale da usare su tessuti elastici. È probabilmente il più comune nella mia guida ai tipi di filo.

    Seta

    Questo filo è realizzato con fibre naturali ed è noto per la sua durata e bellezza. Questo filo è fine ed elastico e quindi è un ottimo partner per articoli come la lingerie.

    Il filo è disponibile in un’ampia varietà di colori e pesi. È ottimo da usare per progetti di ricamo e applique e funziona bene con tessuti di lana e seta. Non confondetevi con il cotone con finitura in seta, perché si tratta di un filo completamente diverso.

    Fili speciali

    Fili per impieghi gravosi

    Questi filati sono solitamente più spessi dei filati per tutti gli usi. Possono essere di cotone, poliestere e misto cotone/poliestere. Questo particolare filo non è adatto a qualsiasi progetto.

    Si consiglia di utilizzare questo filo per progetti più impegnativi, come la lavorazione di tessuti per tappezzeria. È un buon filo da utilizzare per tende, mobili e paralumi. Può essere utilizzato anche per zaini e progetti in denim pesante per una maggiore resistenza e durata.

    Bottoni e artigianato

    Questo filo è utilizzato principalmente per cucire a mano i bottoni. È eccezionalmente più forte e più spesso di altri fili.

    Non siate tentati di usarlo per i progetti di cucito anche se pensate che sia necessario un filo più robusto, può essere più invadente e ingombrante. Può essere utilizzato anche per l’impuntura e io l’ho usato per coprire gli occhielli dei corsetti.

    Invisibile

    È proprio quello che si dice invisibile! Un tempo questo filo era paragonato a un filo da pesca, ma ha fatto passi da gigante e ora è morbido e resistente. Il filo è disponibile in poliestere e nylon ed è disponibile in diversi livelli di lucentezza.

    È un filo molto utilizzato dalle quilter, che possono unire molti tessuti di colori diversi senza dover cambiare colore di filo. È anche comunemente usato per cucire etichette, rilegature e toppe.

    Nylon

    Questo filo è una fibra sintetica nota per la sua resistenza e flessibilità. Il filo è leggero e scorrevole.

    Prevalentemente utilizzato per tessuti sintetici di peso leggero o medio, come il tessuto scamosciato, l’ecopelliccia, il pile e il tricot di nylon.

    Metallizzato

    Questo filo viene utilizzato soprattutto per creare punti decorativi e lavori ad ago colorati ed emozionanti.

    Lana

    Questo filo è più comunemente usato per il ricamo; i tessuti con cui funziona meglio sono la lana e la tela. I tessuti più pesanti si adattano meglio a questo tipo di filo.

    Consigli e trucchi utili

  • Controllate la qualità del vostro filo prima di cucire.
  • Scegliete il vostro filo in base al tessuto, ad esempio usando un filo elastico, un filo che cede e così via.
  • Assicuratevi di usare l’ago giusto per il vostro progetto o materiale, se non siete sicuri date un’occhiata al mio post su quale ago usare.
  • Fate attenzione ai numeri sul filo, più alto è il numero più fine è il filo. Ci sono anche delle lettere, la A è un filo sottile e la D è il filo più spesso.
  • Il vostro modello potrebbe richiedere l’uso di un determinato filo per il vostro progetto, quindi controllate sempre le linee guida del modello prima di iniziare il progetto.
  • Se non riuscite a scegliere un colore esattamente corrispondente, sceglietene sempre uno leggermente più scuro, in quanto il filo più chiaro si noterà sempre di più.
  • Questo è tutto sulla mia guida ai tipi di filo. Se vi è stata utile, lasciate un commento qui sotto con la vostra marca di filo preferita. Se avete altri tipi di filati diversi fatemelo sapere nei commenti.