When you buy through links on this site, I may earn an affiliate commission at no extra cost to you. Learn more.

Come leggere i modelli di cucito

I modelli di cucito sono un ottimo modo per avvicinarsi al cucito, sia che si tratti di abiti, peluche o cuscini. Possono essere un’ottima introduzione al cucito, ma spesso possono creare confusione. Ho deciso di mettere insieme questa guida su come leggere i modelli di cucito.

I modelli di cucito contengono una terminologia diversa che può lasciare disorientati. Insieme ai diagrammi e alle modalità di lettura dei tessuti, più difficili da leggere.

  • 1 Cos’è un modello di cucito?
  • 2 Dove posso acquistare i modelli di cucito?
  • 3 Cosa posso realizzare con un modello di cucito?
  • 4 Come leggere i modelli di cucito
  • 4.1 Tabella delle taglie
  • 4.2 Guida ai tessuti
  • 4.2.1 Disposizione del taglio del tessuto
  • 4.2.2 Cosa significa Nap?
  • 4. 3 Sistema di lettere/numeri

  • 4.4 Segni del modello di cucito
  • 4.4.1 Linee di misura
  • 4.4.2 Linea di demarcazione
  • 4.4.3 Posizionamento sulla piega
  • 4. 4.4 Tolleranza di cucitura
  • 4.4.5 Tacche
  • 4.4.6 Nastri da sarto
  • 4.4.7 Chiave del tessuto
  • 4.4.8 Rifinitura delle cuciture/stratificazione
  • Cosa è un modello di cucito?

    Prima di tutto, per chi è alle prime armi con il cucito, volevo chiarire alcune cose che potrebbero confondere. Un modello di cucito è un grande foglio di carta sottile che ha dei pezzi stampati con numeri e lettere.

    I pezzi di carta sono correlati tra loro per creare qualcosa. Può essere qualsiasi cosa, da una fodera per cuscino a un peluche, fino a un abito da sposa. I modelli di cucito sono ampiamente utilizzati per una serie di cose.

    Sono piegati e contenuti in una busta poco più grande di un A5. Di solito hanno un’immagine del prodotto sul davanti, più spesso con altre varianti che si possono realizzare. Sul retro, invece, sono riportati i suggerimenti per il tessuto, la quantità necessaria e tutti gli altri materiali necessari per il progetto.

    Dove posso acquistare i modelli di cucito?

    I modelli di cucito possono essere acquistati nuovi nei negozi di cucito e di artigianato. Si possono trovare anche online presso rivenditori, eBay e Amazon.

    Ci sono diverse aziende che creano tanti stili e varianti di cartamodelli per il cucito. Si possono trovare marchi come Burda, New Look, Vogue, Butterick, Tilly And The Buttons e McCalls.

    E’ possibile acquistarli nuovi o usati. Se li acquistate usati, assicuratevi che il modello non sia stato tagliato. (Ne parlerò meglio più avanti).

    Per acquistare il modello di cucito New Look 6493 clicca qui

    Cosa posso fare con un modello di cucito?

    Con i modelli di cucito si può realizzare una quantità infinita di cose. Ci sono modelli per tutto, dagli articoli per la casa all’abbigliamento e ai costumi. Di seguito sono riportati alcuni esempi di ciò che è possibile realizzare con i modelli di cucito

  • Abito da sposa
  • Abito da sera elegante
  • Abbigliamento generico
  • Abbigliamento per bambini
  • Accessori per animali
  • Abbigliamento per animali
  • Cuscini
  • Tessuto Borse
  • Aprons
  • Pj’s
  • Slippers
  • Sacchetti per indumenti
  • Abiti da tavola
  • Tavagliette
  • Pesi di carta
  • Cravatte
  • Abbigliamento vintage
  • Giocattoli morbidi
  • Come leggere i modelli di cucito

    Anche se i modelli di cucito possono sembrare confusi e complicati, in realtà sono una guida semplice. È possibile ottenere diversi livelli come principiante, intermedio e avanzato.

    Sapere come leggere i modelli di cucito è facile dopo averli letti un paio di volte. Ecco le cose più importanti da notare per capire i modelli di cucito.

    Tabella delle taglie

    La tabella delle taglie si applica solo all’abbigliamento. Spesso può essere la parte più confusa e talvolta dannosa del modello di cucito. Non è necessario essere un super genio per leggere i modelli di cucito, quindi non preoccupatevi.

    Non sempre le misure vi calzeranno a pennello e questo va bene. Le misure sono una guida per aiutarvi a scegliere la taglia che vi serve. I

    Se le misure sono più grandi nella parte superiore rispetto a quella inferiore, potete scegliere la taglia superiore e ridurre sempre le aree che risultano troppo grandi. È sempre meglio avere più tessuto da lavorare all’interno di un capo piuttosto che meno.

    Guida ai tessuti

    Sul retro della confezione c’è una sezione che fornisce consigli sui tessuti. Questo per consentirvi di scegliere i tessuti più adatti alla vostra vestibilità e al vostro stile.

    I progetti vengono suddivisi per lettera e vengono dati suggerimenti in base allo stile e al taglio. Ad esempio, la lettera A è un top elasticizzato in stile reggiseno sportivo, che richiederà un tessuto elasticizzato, come mostrato sopra.

    Alcuni modelli vengono forniti con una guida alla scelta della maglia lungo il lato. Questo serve a decidere se il tessuto scelto ha la giusta quantità di elasticità.

    Trovo questa guida molto utile perché spesso non lavoro con tessuti elasticizzati e non saprei se ho la giusta elasticità/stile.

    Vedrete anche più in alto (immagine sotto) che potrebbero esserci materiali aggiuntivi da acquistare, come interfacce, bottoni o cerniere.

    Suggerimento: se siete alle prime armi, portate il vostro cartamodello al negozio di tessuti, che saprà suggerirvi i tessuti e le lunghezze giuste per il progetto.

    Disposizione per il taglio del tessuto

    Il cartamodello contiene indicazioni su come disporre al meglio i pezzi del modello. Questo è molto utile quando si vuole risparmiare spazio e ottenere il massimo dal tessuto.

    Vi indicherà da che parte piegare, se per il lungo o per il corto, e piegare insieme i lati sbagliati. Con i bordi delle cimose uniti o meno.

    I pezzi che sono ombreggiati sono posti al rovescio, questo per fare spazio agli altri pezzi del cartamodello. Questo non influisce sui pezzi di tessuto tagliati, poiché una volta tagliati si otterranno comunque due pezzi di tessuto opposti.

    Cosa significa Nap?

    Nap significa che sui tessuti è spesso presente una venatura. La venatura è simile ai segni sul legno. Se si accostano due pezzi di tessuto che sono stati tagliati con angoli diversi, è più che probabile che si notino.

    Pensate alle strisce, non cucireste delle strisce orizzontali su un pezzo ma verticali sul pezzo successivo. Questo è ciò che è il Nap, essenzialmente questo potrebbe richiedere un po’ più di tessuto quando si ritagliano i pezzi.

    Sistema di lettere/numeri

    Quando decidete quale variante volete realizzare, dovete considerare quali pezzi dovrete tagliare per realizzarla. Ci sono sempre lettere o numeri per contrassegnare i pezzi del modello.

    Nel mio schema di esempio, ci sono delle lettere per ogni progetto. Poi ogni pezzo del cartamodello ha un numero, e sul retro della confezione c’è un elenco. L’elenco dice che il progetto B richiede i pezzi dal numero 7 al numero 17.

    Se lo rende più facile, uso una penna per segnare i pezzi di cui ho bisogno o creo una lista di controllo da barrare. Questo aiuta a tenere traccia dei pezzi necessari per il progetto.

    Se volete usare il cartamodello ma in dimensioni più grandi o più piccole, potete usare la carta da lucido per ricalcare il modello. In questo modo potete creare subito la misura che vi serve e salvare il nuovo modello non tagliato per un secondo momento.

    Marcature del cartamodello

    Questa per me può essere la parte più confusa di un cartamodello. Sapere come leggere un cartamodello è importante se si prevede di usarne molti.

    Anche in futuro, se deciderete di creare un vostro modello, potrete utilizzare i segni dei modelli di cucito di tutti i giorni. In questo modo saprete esattamente il significato di ogni cosa e sarà facile da usare.

    La maggior parte dei modelli di cucito sono corredati da una tabella o da un piccolo blocco sui fogli di istruzioni. Questi vi illustreranno le diverse marcature, il loro significato, ecc.

    Linee di misura

    Quando si tratta di ritagliare la taglia del cartamodello, ci si può confondere un po’. Ci sono da 3 a 6 linee che rappresentano ciascuna una taglia. Molti cartamodelli offrono taglie dalla 6 alla 18, quindi sono 7 taglie.

    Le linee hanno ognuna il proprio stile e la propria chiave. Questo vi aiuterà a determinare la taglia desiderata e la linea da tagliare. Alcune linee si sovrappongono, ma se vi attenete il più possibile alle linee, non avrete problemi.

    C’è anche una serie di informazioni sui pezzi del modello di cucito che vi interesserà conoscere. Per leggere i modelli di cucito è importante sapere quali informazioni sono necessarie.

    Per esempio, il pezzo numero 12 si chiama ‘Back Facing’ ed è usato nei progetti B, C, D ed E. Sull’altro lato c’è scritto che si devono tagliare 2 pezzi nel tessuto scelto e 2 pezzi nell’interfodera.

    Filo conduttore

    Nell’immagine sottostante vedrete il cerchio giallo. Nel cerchio giallo si trova una parte importante della lettura dei modelli di cucito. Si tratta della linea che indica come il cartamodello deve essere posato sul tessuto.

    Ricordate di aver parlato di Nap sopra? Questa è la linea di venatura diritta che deve seguire la venatura quando si impaginano i pezzi del cartamodello sul tessuto. Vedere l’immagine qui sotto per un esempio.

    Per esempio, se utilizzate delle strisce, la linea deve seguire le strisce in verticale o a 90 gradi in orizzontale. Il risultato finale del vostro progetto sarà quindi caratterizzato da strisce abbinate che vanno tutte nel verso giusto.

    Posizione in piega

    Un altro segno utile da conoscere quando si impara a leggere i modelli di cucito è questo. La marcatura place on fold si usa per i pezzi che non richiedono cuciture e che sono un pezzo continuo.

    Questo è comune per articoli come magliette, gonne e vestiti. Si può presentare metà del modello e tagliarlo sulla piega. Poi, quando si riapre il tessuto, si ha un pezzo completo.

    Il margine di cucitura

    Il margine di cucitura può creare confusione, alcuni modelli di cucito lo includono e altri no. Questo modello in particolare ha il margine di cucitura già incorporato nei pezzi del cartamodello.

    I segni del cartamodello indicano se aggiungere o meno il margine di cucitura. Vi diranno anche quanto aggiungerne se ne avete bisogno. Questo schema indica di cucire con un margine di cucitura di 1,5 cm.

    Questo è un dato comune per un modello di abbigliamento di moda. Se volete essere sicure di rispettare il margine di cucitura, potete usare un piedino guida punti per aiutarvi. Potete anche misurarlo e segnarlo con un nastro sulla macchina.

    Per saperne di più sui piedini per macchine da cucire, fare clic qui

    Nodi

    Le tacche sono probabilmente le più utili tra i segni del cartamodello durante il processo di cucito. Dovrete prenderne nota solo quando ritaglierete i pezzi del vostro cartamodello nel tessuto.

    Questi piccoli triangoli sono le tacche, che indicano quale lato dei pezzi del cartamodello si unisce a un altro. Ad esempio, il pezzo 12 ha una tacca, che corrisponderà al pezzo 13 con l’altra tacca.

    Ci sono pezzi che hanno anche 2 tacche insieme, in modo da poter vedere chiaramente che 1 tacca corrisponde a 1 tacca e così via. È come ricomporre un puzzle.

    Quando si tagliano i pezzi di tessuto, si possono fare diverse cose per marcare queste tacche. Potete usare uno strumento per marcare il tessuto per disegnarle, tagliarle dal margine di cucitura o tagliare un triangolo che vada nella direzione opposta.

    Tacche per sarti

    Questa è la chiave per mostrare i chiodini da sarto. Si tratta di punti allentati fatti con forza per marcare qualcosa sul tessuto. Si usano soprattutto per segnare le pinces all’interno del cartamodello.

    Per creare i chiodini da sarto è sufficiente usare del filo raddoppiato, creare un grande anello e cucirlo di nuovo con l’ago. Questo rimarrà al suo posto mentre si rimuove il pezzo di carta del cartamodello.

    Chiave per tessuto

    La chiave del tessuto è molto semplice da capire, ma spesso ci si sente smarriti quando si cerca di ricordare tutto il resto. L’immagine qui sotto mostra l’aspetto della chiave del tessuto sul cartamodello da cucire.

    Le diverse varianti di colore sul cartamodello rappresentano diverse varianti del tessuto. L’immagine mostra il verso giusto del tessuto, il verso sbagliato, l’interfodera e la fodera.

    Taglio delle cuciture/stratificazione

    Quando si impara a leggere i modelli di cucito, è importante ricordarsi di rifinire le cuciture.

    Molte volte lavoriamo su progetti che hanno cuciture curve, cuciture voluminose o semplicemente cuciture non ordinate. Il modo migliore per avere un bel progetto finito è riordinare le cuciture man mano che si procede e alla fine.

    Questo può avvenire in un paio di modi: dalla stratificazione, che significa tagliare gli strati interni della cucitura. Questo si usa se si utilizzano 4 o più strati di tessuto combinati in un’unica cucitura. (19 sul diagramma)

    Taglio degli angoli, utilizzato soprattutto per cuscini, borse e angoli quadrati. Tagliando l’angolo e creando un bordo smussato, ci si libera del tessuto sfuso e si ottiene un angolo netto e pulito all’esterno. (20 nel diagramma qui sopra)

    Clip Curve interne: si usa quando si realizza qualcosa che ha una cucitura arrotondata/curva. Il tessuto all’interno della cucitura può far sì che la curva si pieghi e risulti ingombrante. È necessario tagliare piccoli triangoli dalla cucitura per alleviare la tensione della cucitura. (21 sul diagramma)

    Le curve esterne con dentellatura sono per le curve che hanno cuciture sulla curva esterna. (vedere l’immagine per maggiori dettagli) Tagliando piccole lunghezze nella cucitura si allevia la tensione della cucitura. (22 sul diagramma)

    Suggerimento: quando create i pezzi di tessuto, ricordatevi di trasferire tutte le informazioni come le tacche, le pinces e le linee di cucitura. Potete farlo con un pennarello per tessuti o con le puntine da sarto.

    Questo è tutto quello che c’è da sapere su come leggere i modelli di cucito. Se avete domande, sono più che felice di aiutarvi. Se conoscete altri termini che ricorrono nei modelli di cucito di cui dovrei parlare, fatemelo sapere nei commenti qui sotto.