When you buy through links on this site, I may earn an affiliate commission at no extra cost to you. Learn more.

L’argilla polimerica non è dura dopo la cottura: cosa fare?

L’argilla polimerica è un mezzo versatile per creare figurine originali, perline per gioielli, miniature e altri progetti artigianali. Tuttavia, dopo aver cotto l’argilla, ci si può chiedere cosa fare se è ancora morbida? Abbiamo studiato i problemi più comuni nella lavorazione dell’argilla polimerica legati alla cottura in forno. Quindi, tuffatevi nel vostro prossimo progetto di argilla con fiducia e siate in grado di correggere l’argilla che è ancora troppo morbida.

Ci sono molte ragioni per cui l’argilla polimerica potrebbe non essere ancora abbastanza dura dopo la cottura in forno. Fortunatamente, se non si è smaltata o dipinta l’argilla, è possibile rielaborarla e cuocerla di nuovo, in modo che si solidifichi. Ecco alcuni dei motivi per cui l’argilla è troppo morbida e non si indurisce dopo la cottura.

  1. Non si è lasciata l’argilla in forno abbastanza a lungo
  2. L’argilla è stata messa in forno a freddo
  3. La qualità dell’argilla è bassa
  4. Il progetto dell’argilla presenta aree spesse
  5. E’ necessario apportare modifiche al forno
  6. Per il progetto è stato utilizzato un mix di diverse marche di argilla

Per maggiori dettagli, continuate a leggere le soluzioni utili per risolvere i problemi dell’argilla ancora troppo morbida.

Risolvere i problemi dell’argilla ancora morbida

Lavorare con l’argilla polimerica è molto divertente. Tuttavia, quando l’argilla non si solidifica completamente dopo la cottura, può causare un po’ di frustrazione. Non c’è da preoccuparsi, perché qui spiegheremo i motivi per cui l’argilla polimerica è ancora morbida dopo essere stata riscaldata. Se necessario, l’argilla può essere rilavorata prima della seconda cottura se non è stata dipinta o smaltata.

1. Serve più tempo nel forno

A volte, anche se si seguono le istruzioni suggerite sull’argilla e le impostazioni del forno, l’argilla è ancora morbida. Osservate bene il vostro progetto per individuare eventuali aree spesse o supporti nascosti che potrebbero influenzare il pezzo. Assicuratevi di lasciare l’argilla nel forno per un tempo più che sufficiente. Spegnete il forno allo scadere del tempo e lasciate raffreddare l’argilla all’interno del forno con lo sportello chiuso o leggermente aperto.

2. Argilla messa a freddo

È essenziale cuocere l’argilla in un forno preriscaldato, piuttosto che rischiare una cottura non uniforme e far trascorrere al pezzo più tempo del necessario nel forno. Se avete messo l’argilla in un forno con partenza a freddo, è probabile che abbiate vanificato i risultati dell’indurimento del vostro progetto.

3. Argilla polimerica di bassa qualità

Nota che l’argilla polimerica non è tutta della stessa qualità e che vengono utilizzate diverse formule per produrre questo delizioso mezzo. Scegliete l’argilla con saggezza, perché mescolare altre marche di argilla può portare a risultati deludenti. Inoltre, l’argilla di qualità inferiore può essere più friabile o difficile da modellare, asciugarsi rapidamente o diventare friabile.

4. Aree spesse di argilla

È possibile che le aree del vostro progetto in argilla siano più spesse di altre. Soprattutto se si sceglie di curare l’argilla con una pistola termica o un asciugacapelli, è probabile che ci siano aree in cui l’argilla è ancora morbida. Le aree di argilla più spesse impiegheranno più tempo per indurirsi e avranno bisogno di più tempo nel forno. Tenete presente che per ogni quarto di pollice di argilla, occorrono 15 minuti nel forno.

5. Regolazioni del forno

Il produttore dell’argilla polimerica può suggerire una gamma di temperature per la polimerizzazione del pezzo. Tuttavia, il luogo in cui si vive, l’umidità e il livello del mare possono influire sulle prestazioni del forno durante la cottura dell’argilla. Fate un po’ di prove ed errori per ottenere una cottura più uniforme.

Potrebbe essere necessario regolare le impostazioni del forno per indurire con successo l’argilla a diversi spessori. Può essere utile annotare le diverse temperature e i tempi di cottura che consentono di ottenere i risultati desiderati.

6. Mix di diverse marche di argilla polimerica

Se desiderate mescolare diverse marche di argilla polimerica, potreste avere una sorpresa. Poiché l’argilla non ha la stessa formula, si ottengono aree non uniformi in cui l’argilla è ancora morbida dopo la cottura. Potrebbe essere necessario far cuocere l’argilla più a lungo nel forno, a una temperatura più alta o più bassa, e sperimentare per ottenere i risultati desiderati. Quando si desidera mescolare argilla diversa, attenersi alla stessa marca, se possibile.

Come si fa a sapere quando l’argilla polimerica ha finito di cuocere?

Per capire se l’argilla polimerica ha terminato la cottura, è sufficiente un’attenta ispezione. L’argilla polimerica dovrebbe essere un po’ flessibile e piegarsi, ma non rompersi o sbriciolarsi, una volta terminata la cottura. L’argilla deve avere un aspetto uniforme, che può essere lucido o opaco. Non deve essere così morbida da perdere la sua forma quando viene maneggiata.

Vedi questo set di Sculpey con i colori classici su Amazon.

Su cosa cuocere l’argilla polimerica?

Dopo aver finito di modellare l’argilla polimerica, metà del divertimento consiste nel metterla in forno a cuocere e controllarla di tanto in tanto. Assicuratevi che il forno sia adeguatamente riscaldato alla giusta temperatura prima di inserire il progetto in argilla.

Gli amanti del craft amano cuocere l’argilla su una teglia antiaderente, in una teglia di alluminio usa e getta o su una piastrella di ceramica. Se lo desiderate, mettete un pezzo di cartoncino o di carta per fotocopie tra l’argilla e la superficie di cottura. In questo modo si evita che l’argilla assuma un aspetto lucido nella parte inferiore.

Verificate questo set di teglie antiaderenti e atossiche su Amazon.

Quanto tempo lasciare raffreddare l’argilla polimerica?

È altrettanto essenziale lasciare che l’argilla polimerica cuocia a lungo nel forno e abbia tutto il tempo di raffreddarsi e indurirsi. Tenete presente che la maggior parte dell’argilla polimerica deve cuocere almeno 15 minuti per ogni quarto di pollice di spessore. Una volta trascorso un tempo sufficiente, lasciate che il vostro progetto in argilla rimanga nel forno dopo che è stato spento e si raffreddi.

Dare al forno e all’argilla un minimo di due ore per raffreddarsi. Lasciare lo sportello del forno leggermente socchiuso aiuta a velocizzare il processo, ma siate pazienti.

Verificate se l’argilla è indurita premendo un’unghia nell’argilla raffreddata in un’area non visibile. L’argilla non dovrebbe lasciare un’impronta profonda, ma potrebbe avere un leggero segno visibile.

Per una maggiore precisione quando si cuoce l’argilla in un forno, utilizzare una temperatura e fare delle regolazioni in base al livello del mare, all’umidità e al tipo di forno.

Vedi questo kit di argilla polimerica Arteza su Amazon.

Perché la mia argilla polimerica è friabile dopo la cottura?

Quando si lavora con l’argilla polimerica, è essenziale seguire le istruzioni del produttore e sperimentare i risultati. L’argilla può diventare friabile dopo la cottura se la temperatura del forno è troppo bassa o se non è stata lasciata in forno abbastanza a lungo per polimerizzare. Un altro motivo per cui l’argilla è fragile è la marca, poiché non tutta l’argilla è della stessa qualità.

Per realizzare pezzi fragili, che rischiano di diventare fragili e rompersi, è necessario utilizzare argilla più vecchia che sia stata esposta all’aria. Si noti che quando i produttori cambiano la formula dell’argilla polimerica, questa può essere più soggetta a seccarsi, essere difficile da lavorare o essere incredibilmente fragile dopo la lavorazione.

Come indurire l’argilla polimerica senza forno?

Volete indurire la vostra argilla polimerica ma non avete un forno? Non c’è da preoccuparsi, perché potete completare il vostro progetto artigianale utilizzando un asciugacapelli portatile, una pistola termica o uno strumento per la goffratura a caldo. Per indurire l’argilla senza forno, posizionate l’oggetto su una piastrella di ceramica o su un blocco di legno che sia sicuro per il calore e antiaderente.

Quando si applica un essiccatore o una pistola termica all’argilla, mantenere una certa distanza e muoversi lentamente intorno all’argilla per evitare bruciature e l’emissione di fumi tossici. Una distanza tra i 6 e i 12 pollici dal pezzo di argilla è buona.

Si tenga presente che l’indurimento dell’argilla senza forno può portare a risultati non uniformi e che alcune aree potrebbero essere ancora malleabili. Se non potete usare un forno o una pistola termica per indurire l’argilla polimerica, cercate un’argilla che si asciughi all’aria. Non usare il microonde per tentare di indurire l’argilla polimerica.

In chiusura

Ci auguriamo che dopo aver letto questo articolo vi tuffiate con entusiasmo nel vostro prossimo progetto di argilla polimerica. Ci sono diverse superfici che potete utilizzare per cuocere l’argilla polimerica nel forno. Inoltre, potete scegliere una marca di argilla polimerica che asciuga all’aria, una pistola termica o un asciugacapelli per indurire l’argilla quando il forno non è disponibile. L’argilla polimerica è un mezzo divertente per creare gioielli, figure e tutto ciò che la vostra immaginazione vi ispira.

Portate pazienza e seguite le istruzioni del produttore quando utilizzate l’argilla polimerica per ottenere i migliori risultati. A seconda dello spessore del progetto, delle impostazioni del forno e del tempo trascorso, potrebbe essere necessario più tempo per indurire l’argilla o richiedere una nuova cottura.

Prima di partire, date un’occhiata ai seguenti articoli di interesse.

Leggi di più: L’argilla polimerica può bagnarsi? È impermeabile dopo la cottura?

Leggi di più: Si può levigare l’argilla polimerica?